Titolo

Calcola l’indicatore sintetico di costo per gli affidamenti

 

A seguito dell'entrata in vigore delle disposizioni contenute nel Provvedimento della Banca d'Italia del 17 febbraio 2010 in materia di "trasparenza" (denominato "Profili di operatività per il calcolo dell'ISC per i conti correnti"), è previsto che i Fogli Informativi e il Documento di Sintesi dei conti correnti destinati ai consumatori debbano riportare anche l'Indicatore Sintetico di Costo (ISC).

L' I.S.C. rappresenta il costo indicativo annuo del conto corrente (spese + commissioni che sarebbero addebitate al cliente nel corso dell'anno, al netto di oneri fiscali ed interessi). Tale indicatore costituirà per il consumatore un facile ed immediato strumento di comparazione dei costi praticati dalle banche.

Come sopra indicato l'obbligo di inserire l'ISC nei Fogli Informativi e nei Documenti di Sintesi periodici si applica solo ai conti correnti destinati ai consumatori.

All'interno di tale categoria la stessa Banca d'Italia, coerentemente con quanto indicato anche nella "Guida pratica al conto corrente", ha individuato tre differenti sotto-categorie :

  • conti correnti con un sistema di tariffazione forfetario (c.d. "a pacchetto")
  • conti correnti con un sistema di tariffazione a consumo (c.d. "ordinari")
  • conti corrente in convenzione.

Al riguardo la Banca d'Italia non solo ha predisposto il relativo criterio di calcolo dell' ISC, ma ha anche individuato una serie di profili di utilizzo, presumendo che il consumatore abbia una giacenza ed un patrimonio investito costante per l'intero periodo di riferimento.

Ciò premesso segnaliamo che i Fogli Informativi dei conti correnti destinati ai consumatori, già redatti secondo lo standard previsto dalla Banca d'Italia, risultano debitamente implementati nel riquadro "Quanto può costare il conto corrente", presente nella Sezione "Condizioni Economiche", con l'indicazione dell' ISC relativo a quello specifico prodotto.

Per opportuna conoscenza poniamo alla vostra attenzione l’Allegato 5A (Metodologia per il calcolo dell’indicatore sintetico di costo per i conti correnti) e l’allegato 5B (TAEG per i contratti di credito ai consumatori) oltre ai relativi fogli di calcolo.

  •  Conti correnti profilo di utilizzo
  •  Foglio di calcolo dell’ISC per i conti correnti
  •  Foglio di calcolo TAEG per gli affidamenti in conto