titolo

News

Leggi tutte le ultime novità

 
Dalla Banca
18/03/2019
ViVal Banca, Fondazione del Credito Valdinievole e Fai (Fondo Ambiente italiano) presentano la Mostra: “Accademia d’arte - Anteprima di una rinascita”

Sabato 23 e domenica 24 marzo, il Fai (Fondo Ambiente Italiano) apre 1.100 siti di notevole valore storico e artistico in tutta Italia e, per questa 27esima edizione delle Giornate di Primavera, offre al pubblico l’eccezionale opportunità di visitare la mostra dal titolo “Accademia d’arte - Anteprima di una rinascita” nella sede di ViVal Banca a Montecatini Terme.

L’evento è stato illustrato stamani nel corso di una conferenza stampa convocata proprio nella sede di ViVal. "Questa esposizione - ha affermato Alessandro Belloni, presidente di ViVal Banca - rappresenta per il nostro Istituto al tempo stesso un motivo di orgoglio perché esalta il senso di appartenenza e di servizio nei confronti del vasto territorio a cui ci riferiamo, ma anche di grande soddisfazione per essere partner di un’iniziativa di respiro nazionale qual è quella delle Giornate Fai di Primavera. E’ un modo appassionante e coinvolgente di mettere a disposizione del pubblico il patrimonio artistico culturale della Fondazione del Credito Valdinievole che annovera numerosi capolavori".

La mostra “Accademia d’arte - Anteprima di una rinascita” raggruppa una selezione di opere dell’Accademia d’arte fondata a metà anni Sessanta dal prof. Dino Scalabrino che nel corso dei decenni si è arricchita di capolavori firmati da Chini, Annigoni, Guttuso e Viani, ma tanti altri artisti di fama internazionale hanno donato dipinti e sculture alla collezione: dal 2011 l’intera raccolta è di proprietà della Fondazione del Credito Valdinievole, con ViVal Banca che ha finanziato e sostenuto il progetto di recupero complessivo, compreso quello dell’ottocentesca Villa delle Ortensie destinata a breve ad essere sede espositiva permanente.

"E’ una opportunità condivisa col Fai - ha dichiarato Valentino Pieri - presidente della Fondazione del Credito Valdinievole - per far vedere quello che è stato fatto nella lunga e meticolosa opera di recupero e ciò sarà possibile grazie a un percorso a tema correlato all’Accademia e alla storia di Montecatini Terme. Mi auguro una notevole partecipazione di pubblico per questa anteprima dedicata alla collezione di proprietà della Fondazione del Credito Valdinievole che nel suo complesso conta di 600 opere ripulite e restaurate, oltre ad un’ottantina di sculture di pregevole valore".

Un’anteprima davvero imperdibile: le opere saranno esposte nei locali di ViVal Banca in via Foscolo a Montecatini Terme, eccezionalmente aperta nei due giorni dedicati per consentire la visita a tutte le persone interessate di ammirare una collezione unica nel suo genere.

Il programma propone per sabato 23 un’apertura riservata agli iscritti Fai (o a chi si vuole iscrivere nell’occasione) con due visite guidate, una alle ore 16 e l’altra alle 17, a cura del prof. Paolo Bellucci e la partecipazione straordinaria della sig.ra Paola Chini (nipote del maestro Galileo Chini), mentre domenica 23 l’apertura sarà libera dalle 9,30 alle 17,30 con visite guidate da parte dei volontari Fai. Per i gruppi di visitatori in attesa del loro turno, è prevista la proiezione delle opere della Fondazione del Credito Valdinievole nella Sala Convegni di ViVal Banca.

"Trasformeremo - sono state le parole di Silvia Francalanci, referente del Fai per la Valdinievole - un luogo di lavoro in un museo. Insieme al professor Bellucci abbiamo scelto le opere che saranno esposte nei locali di ViVal Banca, a cui i visitatori potranno accedere magari dopo aver ascoltato la spiegazione introduttiva nel piazzale della Banca stessa. Sarà un vero e proprio museo itinerante fruibile grazie alla disponibilità delle guide e dei volontari del Fai, e alla sinergia con ViVal Banca e Fondazione del Credito Valdinievole".

fai_vivalbanca_2_2019

fai_vivalbanca_3_2019